raspberries-1925178_640

Come fare lo yogurt?

Lo yogurt è una crema ottenuta dai fermenti lattici e per prepararlo può essere utilizzato qualsiasi tipo di latte, compresi quelli vegetali. Le origini di questo alimenti risalgono fin dall’antichità e oggi fa parte della propria dieta quotidiana. Secondo le leggi italiane, riconoscono come yogurt il latte di vacca fermentato con Streptococcus thermophilus e Lactobacillus bulgaricus, e dei microrganismi che rimangano attivi fino al momento di consumare l’alimento. In questo articolo vediamo quali sono le proprietà e come fare lo yogurt in casa.

Le sue proprietà

Dal punto di vista nutrizionale, lo yogurt contiene:

  • i fermenti vivi, che rendono digeribile il latte e lo arricchiscono di altre sostanze;
  • le vitamine del gruppo B, che aiutano a riequilibrare il sistema nervoso e permettono al fegato di funzionare correttamente;
  • la vitamina K, che facilita la coagulazione del sangue;
  • la vitamina PP e l’acido pantotenico, che proteggono da disturbi di origine nervosa e digestiva;
  • i sali minerali, soprattutto il calcio, il fosforo e il magnesio, che sono più facili da assorbire da parte dell’organismo grazie ai batteri specifici che vengono inoculati dello yogurt;
  • i grassi, la cui percentuale varia a seconda del tipo yogurt (intero, scremato o magro), ma non superano il 3,55 %.

Si consiglia di mangiare lo yogurt in caso di dissenteria, infezioni (sia orali che cutanee), abuso di alcool, insonnia, dermatite, ustioni, vaginiti e se si è sotto terapia antibiotica. In quest’ultimo caso, può aiutare a rigenerare la flora intestinale.

Oltre ad essere un ottimo alimento, può essere usato per preparare delle maschere per il viso, da fare in casa aggiungendovi frutta, verdura, piante officinali ed argilla. Questo genere di maschera è riequilibrante, purificante e tonificante per la pelle.

Come fare lo yogurt con la yogurtiera

Con la yogurtiera si può preparare un ottimo yogurt, usando ingredienti del tutto naturali e in maniera economica. A seconda della marca, questo strumento può costare dai dieci ai cento euro.

Gli ingredienti che occorrono per preparare lo yogurt bianco con la yogurtiera sono:

  • dei fermenti lattici vivi liofilizzati o un semplice vasetto di yogurt bianco fresco;
  • un litro di latte intero a lunga conservazione, preferibilmente intero, ma possono andare bene anche quelli scremati, sterizzati, UHT, etc.

Per farla, prima di tutto occorre bollire e far raffreddare il latte. Poi si vera a temperatura ambiente in una ciotola con i fermenti lattici o lo yogurt. Si mescolano tutti gli ingredienti con un frullino, amalgamando ben bene gli ingredienti e facendo attenzione a non formare dei grumi.

Si versa il composto nei barattoli della yogurteria, riempiendoli bene, ma senza arrivare fino al bordo, ed infine si chiudono (ma in alcune yogurterie si possono tenere aperti). Per l’ultima fase, si devono seguire le istruzioni del macchinario.

A secondo del tipo di yogurteria, il tempo di preparazione può variare ma, generalmente, occorrono un minimo di sei ore ed un massimo di dodici. Lo yogurt, infine, si può riporre in frigorifero e consumare dopo due della preparazione. Questo yogurt può conservarsi fino a otto o dieci giorni dopo la sua preparazione.

Se lo yogurt dovesse risultare troppo liquido, ciò può dipendere dal latte, che può contenere troppi antibiotici o perché era troppo magro.

Chi vuole preparare uno yogurt alla frutta o al qualsiasi altro gusto, può aggiungerla agli ingredienti, mescolandoli bene agli altri.

Preparare lo yogurt con il Bimby

Il Bimby è un robot da cucina, che racchiude l’utilizzo di altri dodici elettrodomestici, che gli permottono di tritare, frullare, sminuzzare, macinare, etc.

Tra i suoi molti usi, si può includere il preparare lo yogurt bianco. Per farlo, occorrono un litro di latte intero e tre cucchiai di yogurt greco.

Prima di tutto, si comincia verso il latte nel boccale e farlo pastorizzare per cinque minuti a 80°, selezionando la velocità 3. Dopo lo si lascia raffreddare, finché la sua temperatura non arriva a 37°, e filtrarlo con un colino in una ciotola.

Senza lavare il boccale, ci si versa lo yogurt e cinque cucchiai di latte precedentemente pastorizzato, amalgamando il tutto a velocità 2, per una trentina di secondi. Si aggiunge il latte rimasto, senza mescolar, e si chiude il coperchio, coprendo il boccale e lasciando riposare il composto per dodici ore. Passato il tempo, il siero diventa più liquido in superficie, e si può togliere.

Lo yogurt, a questo punto, può essere travasato nei barattoli, chiusi e riposto frigorifero, per farlo addensare ancora. Si può conservare in frigorifero per sette giorni, usandolo anche per preparare dell’altro yogurt.

Leggendo i vari ricettari Bimby, si possono trovare diverse ricette da fare con lo yogurt preparato. Ad esempio, con uno dei vasetti preparati ci si può aggiungere cinquanta grammi di albicocca e un cucchiaino di zucchero (facoltativo), per preparare uno yogurt con questo frutto, oppure uno yogurt alla carota, aggiungendone venti grammi a un vasetto di yogurt e a cinquanta grammi di mela, mescolando sempre con il robot.

Commenta ora!

Your email address will not be published. Required fields are marked *