toner-581905_640

Cartucce per stampanti: cos’è il toner?

Attualmente esistono due tipi di cartucce per stampante, ovvero quelle inkjet, cioè a getto di inchiostro, ed il toner, che è la cartuccia per la stampante laser.

La tecnologia più sofisticata, fa sì che con il toner si possano ottenere stampe più veloci e di qualità più elevata rispetto all’altro modello.

In realtà, intorno al nome toner si fa un po’ di confusione, poiché esso viene impropriamente utilizzato per definire la cartuccia per la stampante laser, le fotocopiatrici ed i fax, ma il vero toner è la polvere finissima che si trova all’interno della cartuccia.

Questa innovativa polvere si compone di sottili particelle di carbone, resina, ferro e polimeri (aggiunti solo di recente), che sono diversi da un produttore all’altro.

Ma come funziona il toner?

Il procedimento di stampa laser con il toner è davvero semplice. Non c’è nessun getto di inchiostro, ma il toner viene all’inizio depositato sul foglio di carta grazie ad un tamburo della stampante. Il foglio ed il toner in seguito, passano dentro un riscaldatore che fonde insieme il toner e le particelle di carta così da creare le immagini e il testo della stampa. Il meccanismo attraverso cui ciò accade si deve all’ossido di ferro, il quale, grazie al magnetismo che viene a crearsi in alcuni punti ben precisi del foglio di carta, riesce a predisporre il toner in base al fatto che si stampino caratteri oppure immagini.

Quando venne immesso sul mercato, in tempi relativamente recenti, il toner era disponibile nella sola tonalità nera, ma poi sono arrivate altre tinte come il giallo, il cyan e il rosso magenta.

Ma perché le stampanti laser, che pure hanno tanti estimatori per via dell’indubbia praticità e sono ormai presenti in qualsiasi ufficio, non sarebbero esenti da difetti? Quali sono i principali aspetti negativi che ad esse vengono addebitati?

Innanzitutto la sicurezza, che non costituisce certamente il loro fiore all’occhiello, ma che è migliorabile con l’attuazione di alcuni accorgimenti e attraverso il rispetto delle norme in vigore.

Durante la fase di stampa infatti, il toner rilascia delle nanoparticelle microscopiche, rischiose per la salute di esseri umani, animali e per l’ambiente in generale.

Per tale motivo sono state varate delle regole, disposte nel testo unico sulla sicurezza nel posto di lavoro, che definiscono le linee guida che devono essere osservate durante l’utilizzo di tale tipo di stampanti (disposizione all’interno dell’ufficio, ricambi dell’aria circolante ecc.).

Per non incorrere in eventuali problemi sia di salute sia di ordine legale quindi, prima di utilizzare toner e stampanti laser, occorre leggere con attenzione quanto riportato a riguardo su questo testo.

Per quanto concerne la reperibilità, il toner si può acquistare sia presso i rivenditori specializzati in questo tipo di articoli, sia sui siti internet, che spesso si rendono promotori di sconti ed offerte speciali decisamente convenienti.

Come per gli altri tipi di cartucce infine, anche i toner sono disponibili, oltre che in originale, anche nella versione rigenerati e compatibili (ad es. Eco Store è specializzato in toner re-use con negozi in tutta Italia), il cui prezzo è inferiore e l’impatto ambientale più basso.

Commenta ora!

Your email address will not be published. Required fields are marked *