pia-turismo

Turismo 2016: la Puglia ha confermato i suoi trend di crescita

La regione Puglia si attesta sempre di più, anno dopo anno, tra le mete preferite  per le vacanze in Italia, con un aumento significativo anche di turisti internazionali. Il 2016 ha fatto registrare un turismo alle stelle soprattutto nel Salento. A confermarlo, ci sono i dati dell’Osservatorio del Turismo regionale che, infatti, indicano una crescita importante in questo settore.

Il dato più significativo, però, è dato dal fatto che oltre ad essere scelta dagli italiani – confermando quindi di essere una meta tra le più gettonate del turismo nostrano – la Puglia ha un trend di crescita molto forte soprattutto in relazione alla domanda da parte dei turisti internazionali.

Un gran bel passo avanti che permette di dare al turismo della regione Puglia un respiro più ampio.

Ma venaimo ai numeri! In termini percentuali nel 2016, per il dato rguardante i turisti provenienti dai paesi esteri, la Puglia ha conquistato un 23,2 percento per il tasso di internazionalizzazione rispetto al 21,8 percento dell’anno precedente. Volendo fare invece un confronto tra le varie zone prescelte, quella che ottiene i risultati migliori, in termini di arrivi e pernottamenti, è sicuramente il Salento con al primo posto Lecce.

Il turismo sta crescendo, poi, anche nei cosiddetti periodi “non stagionali”, ossia quelli non convenzionali del periodo estivo. Questo è stato reso possibile anche grazie alle numerose iniziative regionali, mirate proprio alla destagionalizzazione così da favorire gli imprenditori turistici locali che possono permettersi di lavorare tutto l’anno.  In quest’ottica si è molto sponsorizzata l’offerta turistica rivolta a specifiche categorie, come ad esempio gli anziani, i pensionati ed altri che possono viaggiare durante tutto l’anno e non solo nel periodo di ferie. Qusto ha un vantaggio anche per gli stessi turisti che possono benegiciare di periodi sicuramente meno caotici e afollati e quindi godersi maggiormente le località visitate.

L’obiettivo della destagionalizzazione ha messo in moto una campagna promozionale costante e una serie di eventi e iniziative tese a promuovere ad ampio raggio il turismo nella regione Puglia non solo nel periodo balneare ma anche, ad esempio, nel periodo pre-natalizio. Il tutto alla scoperta delle innumerevoli bellezze che offre questa terra, ricca di storia, cultura e tradizione, oltre al suo meraviglioso mare e alle sue coste. Il paesaggio naturale e le ricchezze del territorio sono potenzialità che possono costituire una valida attrattiva durante tutto l’anno.

La crescita esponenziale del turismo in Puglia ed in particolare nel Salento, sicuramente lascia presagire un trend di crescita che potrebbe essere confermato, se non aumentato, nei prossimi anni in maniera vertiginosa regalando alla Puglia e dalla penisola salentina un primato davvero importante da un punto di vista culturale, economico ma anche sociale.

È facile intuire perché le persone scelgono di visitare la Puglia. Non solo bellezze paesaggistiche, storiche ed architettoniche oltre che eventi di vario genere che fungono da attrattiva, ma anche una straordinaria ricchezza culinaria.

Insomma il trend positivo è destinato a crescere ulteriormente e in maniera più che meritata vista la bellezza naturale di questo posto ed anche quella della gente che vive il territorio, portando avanti culture e tradizioni che è difficile trovare in altre parti del mondo.

In salento, si preannuncia un boom di presenze anche nel 2017 che riguarderanno principalmente le località più gettonate come Gallipoli, Porto Ceareo, ma anche Torre dell’Orso (famosa anche per ospitare alcuni tra i più noti villaggi turistici del Salento come l’Araba Fenice) e ovviamente Lecce.

Commenta ora!

Your email address will not be published. Required fields are marked *